Scambi economici, Regione e Unido firmano protocollo

Un accordo di cooperazione bilaterale finalizzato a promuovere il trasferimento di tecnologia e l’assistenza tecnica tra le imprese lucane e le imprese dei Paesi in via di sviluppo (PVS) e quelli con economie di transizione. E’ stato siglato nella sala Verrastro della Regione Basilicata un protocollo tra il presidente della Regione, Marcello Pittella e il direttore di Unido ITPO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale assiste i Paesi in Via di Sviluppo (PVS) che ha come obiettivo quello di favorire uno sviluppo industriale sostenibile e la cooperazione internazionale tra le imprese.

Alla firma erano presenti tra l’altro il capo di gabinetto della Presidenza della Giunta, Raffaele Rinaldi, il direttore generale del dipartimento agricoltura, Giovanni Oliva, l’amministratore unico di Sviluppo Basilicata, Raffaele Ricciuti. Le parti hanno delineato le azioni congiunte che verranno realizzate nella cornice di Expo 2015 utilizzando la piattaforma web UNIDO ‘Supporting your SMEs to discover Expo 2015 and Italian Excellences’ e il coordinamento di un tavolo permanente di lavoro per implementare progetti bilaterali di capaciy building nei PVS. Il presidente Pittella nel sottolineare che la nostra regione è riuscita ad ottenere risultati importanti sotto il profilo degli investimenti con Fiat e quello di Matera 2019, assegnando alla Basilicata una centralità che va oltre l’Europa, ha rimarcato l’importanza di aprirsi ad altre relazioni internazionali e a nuovi saperi immettendo la regione in un percorso virtuoso che consegni valore aggiunto. La firma del protocollo – ha affermato – serve a rafforzare questo percorso in una visione di Basilicata mediterranea”. La direttrice di UNIDO ITPO, Diana Battaggia ha illustrato brevemente la storia dell’Organizzazione presente da trent’anni e la piattaforma messa a punto in occasione dell’esposizione internazionale per offrire servizi alle regioni e alle imprese affinché possano incontrare le delegazioni estere che visiteranno Expo. “Abbiamo fatto una mappatura regione per regione delle varie cluster – ha detto Battaggia – al fine di intercettare occasioni di scambio tra i Paesi in via di sviluppo implementando le relazioni economiche e commerciali tra le aziende dei PVS e le imprese italiane anche dopo Expo”. Il direttore Oliva ha illustrato le iniziative che si terranno durante Expo 2015 soffermandosi in particolar modo sulla sezione ‘da Expo ai territori’ curata dal dipartimento agricoltura che ha progettato tre eventi dedicati a podalica, olio e vino e a una serie di micro eventi che si svolgeranno in Basilicata. L’idea è quella di invitare a Matera imprenditrici donne di PVS che racconteranno le loro storie di successo e di fargli visitare l’entroterra lucano per far conoscere le realtà esistenti sul territorio. “L’obiettivo – ha detto Oliva – è quello di creare sinergie affinché le imprenditrici possano acquistare materie e prodotti e trarre i maggiori vantaggi in termini di Know how “.


laprimapagina 2016 Richiedi